Gli Ultimi Articoli

Se ti dico riduzionismo?

Giovedì 16 Maggio tornano le giornate tematiche del MaCSIS con un convegno dal titolo “Se la somma non fa il totale. Riduzionismo e scienza”, presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Parleremo di riduzionismo in diversi ambiti della scienza: immunologia, educazione, linguaggio e informatica. Per introdurci questi temi abbiamo parlato con Federica da Milano, docente di linguistica e […]

Continua a leggere

L’inglese nella scienza: una critica logica

Cosa implica la tendenza della comunicazione pubblica delle scienze a un progressivo e crescente utilizzo di termini inglesi rispetto a quelli italiani? Cosa motiva tale preferenza? Questo fenomeno di pervasività del dizionario inglese nella nostra lingua può essere analizzato da un punto di vista logico oltre che indagare le ragioni pragmatiche e di prestigio che […]

Continua a leggere

La nascita delle “omics” nella scienza delle nuvole

Secondo il noto filosofo del Novecento Karl Popper “una nuvola è estremamente imprevedibile e anzi indeterminata: le variazioni del tempo sono proverbiali. Un orologio invece è oltremodo prevedibile e in verità un orologio perfetto si pone come il paradigma di un sistema materiale e deterministico”. Nelle scienze biologiche e mediche, i fenomeni osservabili si compongono […]

Continua a leggere

Apprendimento e Intelligenza emotiva: oltre il riduzionismo

Il tema delle emozioni è fondamentale per lo studio del comportamento umano. La loro complessità e la loro potenza è tale che esistono decide di definizioni per questo universo selvaggio. All’inizio del terzo millennio abbiamo conoscenze tali da poter affermare che il contributo delle emozioni influenza in modo rilevante lo sviluppo intellettivo e culturale dell’individuo […]

Continua a leggere

Il riduzionismo ci salverà (dalla minaccia dei replicanti)

Appena supero la porta scorrevole degli arrivi, mi trovo davanti una calca di persone che guardano verso di me. Scorro velocemente i loro volti, ci sono almeno tre o quattro uomini in giacca e cravatta che reggono un cartello con il nome di qualche Mr giapponese o tedesco, ci sono bambini che aspettano trepidanti il […]

Continua a leggere